Sono un agente di commercio plurimandatario ai tempi del Coronavirus: sono lavorativamente (e non solo) bloccato prima dalle zone rosse e poi a causa delle recenti norme messe in atto dal Governo. Come posso gestire questa situazione? Come posso farla fruttare?

Questo è il pensiero di moltissimi agenti, rappresentanti e venditori che si trovano in questo momento storico davvero particolare. Il momento è molto complesso ma occorre prendere atto della situazione e cercare di renderla il più possibile fruttuosa.

La parola d’ordine è sicuramente analisi, analisi, analisi. Abbiamo tempo per fermarci: per prendere in mano scartoffie che stazionano da mesi sulla scrivania e per lavorare sui dati. Abbiamo più volte affrontato l’importanza dei dati per l’azienda e per lo stesso agente di commercio e siamo tutti ormai più o meno dotati di sistemi informatici e software che mettono a disposizione CRM e anagrafiche clienti. Il lavoro sui dati può essere svolto in autonomia oppure con il supporto dell’azienda.

L’analisi può essere svolta a livello macro, ad esempio se l’agente di commercio riceve dall’azienda informazioni sulle statistiche del venduto o un’analisi dello stock di magazzino. In questo modo avrà la possibilità di effettuare osservazioni dei reali trend di stagionalità, verificare la disponibilità dei prodotti che ruotano di più, ragionare su quelli che hanno una redditività più alta, etc etc.

Sulla base di queste informazioni il venditore avrà la possibilità di impostare una strategia per il “post Coronavirus” quando l’economia dovrebbe avere un picco positivo come conseguenza ad una crisi così profonda. Il lavoro di analisi dei dati può anche essere svolto a livello micro, ovvero ragionando cliente per cliente. In questo senso vengono in aiuto tutti i software per agenti di commercio che offrono la possibilità di avere a disposizione CRM o anagrafiche aggiornate. Sulla base delle informazioni raccolte sul campo precedentemente si possono implementare strategie utili.

L’analisi dei dati diventa un’attività estremamente utile per il post emergenza e molto spesso è proprio una di quelle attività per cui non si ha mai tempo, questo è dunque il momento adatto! Si tratta quindi di sfruttare il momento di calma per arrivare pronti e carichi per il post emergenza. Coraggio!