La ricerca dei migliori agenti di commercio è un processo estremamente complesso. Queste figure professionali, infatti, ricoprono un ruolo estremamente importante e, in quanto tale, il processo di selezione necessita particolari attenzioni. L’agente, in azienda, è l’artefice del fatturato che deriva da quella determinata area geografica, da quella linea di prodotti o da quel canale di vendita. Selezionare la persona più adatta significa scegliere, attraverso un processo di selezione accurato, l’agente di commercio con le migliori capacità e quindi in grado di influenzare il successo della vostra azienda.

I punti da considerare nel processo decisionale sono quattro, tutti apparentemente semplici ma estremamente preziosi.

  1. Osservare il percorso professionale e le capacità del candidato.

Nel momento in cui ci troviamo davanti al CV di un professionista la prima cosa da valutare è il percorso professionale. Questo primo step non serve per focalizzarsi sul percorso di studi ma piuttosto per capire se, nel corso del suo percorso professionale, il candidato ha avuto modo di potersi confrontare con determinate situazioni. Una volta assodato ciò, è opportuno verificare con quali capacità ha affrontato queste situazioni e/o quali competenze ha acquisito.

  1. Valutare l’esperienza pregressa del candidato.

Molto spesso si incontrano agenti di commercio che hanno lavorato per anni nel medesimo settore, interfacciandosi con le stesse realtà aziendali. Per anni si è pensato che fosse fondamentale acquisire esperienza in un solo settore, in modo da conoscerne perfettamente ogni aspetto. Gli aziendalisti, tuttavia, sono sempre più convinti che la cosa più preziosa nel mondo di oggi sia la contaminazione e la sperimentazione, due aspetti considerati fondamentali per generare innovazione. Il nostro consiglio, quindi, è quello di selezionare candidati che provengano da settori diversi, in questo modo faciliterete la nascita di idee e logiche nuove, derivanti dalla commistione di realtà diverse.

  1. Interesse verso la formazione

Cerchiamo di individuare candidati che abbiano la predisposizione all’aggiornamento e alla formazione continua, così da poter predisporre per loro corsi per ampliare le loro competenze.

  1. Attenzione alle capacità empatiche e di presentazione

La professione dell’agente di commercio vive di relazioni e per questo sono fondamentali la capacità relazionali, l’empatia e la predisposizione all’ascolto. Queste sono tutte caratteristiche che non si possono individuare durante un colloquio di lavoro ma prestate attenzione a come si presenta il vostro candidato, può essere già un buon indizio!