Le vendite rappresentano l’anima di qualsiasi azienda e la gestione delle vendite è una delle funzioni più importanti. Le vendite non sono importanti solo per l’azienda mandante ma anche per il commerciale o l’agente di commercio che si posiziona proprio all’inizio del processo di vendita.

L’agente di commercio da una parte identifica il primo contatto con l’azienda (per il potenziale cliente), mentre per il cliente è la persona di riferimento da interpellare per qualsiasi problematica. Il rapporto che si instaura è di fiducia reciproca e rappresentativo dell’azienda mandante.

Come anticipato prima, l’agente di commercio si trova all’inizio del processo di vendita e ne guida le fila: per questo motivo è molto importante che conosca quali sono gli errori più frequenti potenzialmente in grado di alterare l’intero processo di vendita.

  1. Poca cura dei lead

I lead sono fondamentali per aumentare le vendite, soprattutto se si ha un prodotto con bassa marginalità. Molto spesso ci si prende poca cura di questo genere di contatti quando, in realtà, sono molto preziosi. Le persone, ad esempio, che mandano messaggi tramite il sito hanno già presente cosa stanno cercando, si dimostrano proattivi: dimenticarsene perché all’interno dell’azienda nessuno si occupa di passare l’informazione all’agente è davvero un peccato.

Allo stesso modo i dati raccolti (biglietti da visita, contatti, etc) alle fiere di settore o tramite sponsorizzazioni di vario genere è fondamentale vengano subito inseriti all’interno del CRM perché potenzialmente molto interessanti.

Cosa può fare l’agente?

Chiedere all’azienda che questi lead vengano inseriti con i loro dati in un file CSV, MyAgente in pochi passaggi permetterà all’agente di caricarli sul portale e di metterli a disposizione dell’agente.

  1. Meccanismi incentivanti costruiti male

Per aumentare le vendite le cose da fare sono due: o si aumenta il numero di clienti o si aumentano i prodotti venduti al portafoglio clienti che già si detiene. Le due strategie sono ugualmente valide e sta all’azienda individuare quella più adatta alle loro esigenze e necessità. Una volta stabilito questo vanno pianificati una serie di meccanismi incentivanti per favorire il raggiungimento dell’obiettivo: bonus per il raggiungimento degli obiettivi di vendita o per il numero maggiore di nuovi clienti, provvigioni più alte per chi aumenta il valore degli ordini, premi commisurati al budget vendite stabilito inizialmente con l’azienda mandante.

Cosa può fare l’agente?

Grazie alla Dashboard di MyAgente può monitorare costantemente l’andamento degli ordini e, insieme a quelli, il valore delle provvigioni raggiunto fino a quel momento, sempre aggiornato in tempo reale.

  1. Strumenti poco utilizzati

A disposizione della forza vendita vengono messi spesso strumenti in grado di supportare la vendita, anche se talvolta risultano essere particolarmente complessi e poco utilizzati. I software CRM, le statistiche a disposizione per ogni cliente, il sistema di budget, l’analisi delle vendite, sono tutti input estremamente importanti e preziosi per il processo di vendita. Per questo motivo è importante che le aziende mandanti mettano a disposizione della loro forza vendita strumenti semplici e intuitivi, che facilitino la vendita senza diventare strumenti complessi e di difficile consultazione.

Cosa può fare l’agente?

MyAgente ha come punto di forza la semplicità di utilizzo: tutte le attività vengono portate a compimento in tre click. All’interno del software di gestione ordini MyAgente è possibile compilare il CRM, visualizzare gli ultimi ordini del cleinte, verificare qual è l’andamento delle vendite e il fatturato fino a quel momento.

 

 

 

 

Business photo created by onlyyouqj – www.freepik.com